Madonna di Campiglio / Pinzolo / Val Rendena

La Val Rendena e i suoi paesi La Val Rendena si estende lungo una ventina di chilometri dal paesino di Verdesina fino ai 1.650 m. di Campo Carlo Magno. È inserita in una realtà naturale di incomparabile bellezza, quella del Parco Naturale Adamello-Brenta: d’estate i pascoli fioriti si alternano alle interminabili distese di boschi che fanno da cornice alle cime, ai ghiacciai perenni della Presanella e dell’Adamello ad ovest, alle guglie di roccia delle Dolomiti di Brenta ad est. Lungo le sue valli laterali, misteriose e selvagge, la Val San Valentino, la Val Borzago, la stupenda Val Genova e la Val Nambrone, la Val Brenta e la Val d’Agola, la Rendena si apre a scorci impensabili su cime e vette maestose. In questo perfetto ecosistema, non turbato dalla presenza dell’uomo, la fauna è ricca di presenze rare: fra queste gli ultimi eccezionali esemplari di orso alpino. Percorrendo la Val Rendena si incontrano caratteristici piccoli borghi, spesso solo una manciata di case fitte attorno a minuscole piazze dominate da svettanti campanili. Si susseguono dalla bassa valle i caratteristici centri di Villa Rendena, lavrè, Darè, Vigo Rendena. Pelugo lega la propria storia alla chiesa cimiteriale dedicata a S. Antonio ed affrescata sulle pareti perimetrali da pittori bergamaschi del Cinquecento. Al paese di Spiazzo facevano capo tradizionalmente tutte le comunità della Rendena: qui aveva sede la Pieve di Rendena, a suggello della centralità del borgo e del carisma religioso derivatogli dal martirio di S.Vigilio avvenuto proprio in questi luoghi. I paesi di Strembo, Bocenago e Caderzone Terme si affacciano sulle due rive del fiume Sarca, raccolti attorno ai campanili delle loro parrocchiali. Portano i tratti di una cultura rustica alpina nella struttura dei centri nell’architettura delle case, negli affreschi spesso a soggetto religioso che ornano le facciate degli edifici. L’alta Val Rendena si fa vivace con i borghi di Giustino, le cui origini risalgono all’epoca romana, Massimeno, abbarbicato sulle pendici di mezza montagna, Pinzolo, il centro maggiore della valle e di Carisolo, porta aperta sull’affascinante Val di Genova ad ovest e sulla strada che si erpica verso Madonna di Campiglio, passando per Sant’Antonio di Mavignola, Pinzolo è il cuore della valle: porta i segni della storia nelle sue chiese e soprattutto nel gioiello di arte rappresentato dalla chiesa cimiteriale di S. Vigilio.

Vacanze nelle Dolomiti di Brenta Madonna di Campiglio, Pinzolo e la Val Rendena sono il luogo ideale per la tua vacanza in montagna, con le Dolomiti di Brenta ad est e il gruppo dell’Adamello e della Presanella ad ovest. Al cospetto delle Dolomiti di Brenta patrimonio UNESCO, trascorrerai il tuo tempo fra sci, escursioni sulle Dolomiti, passeggiate in montagna, mountain bike e tante altre possibilità. Scopri allora per la tua vacanza nelle Dolomiti le offerte vacanza, le proposte per settimane bianche e i servizi che le località offrono! Ricette e piatti tipici della Val Rendena La tradizione culinaria della Val Rendena parla di origini povere, di ingredienti genuini, di sapori squisitamente autentici: il mais e la farina per la polenta, i prodotti dell’orto, erbe ed aromi. Salumi e formaggi, polenta, funghi e selvaggina, sono da sempre i piatti tipici per eccellenza della Val Rendena. La tradizione, com’è naturale che sia, segue la stagionalità dei prodotti della terra. E allora in autunno si prediligono zuppe con ortaggi dell’orto, come la zuppa casereccia di zucca, oppure la dolcezza di una torta di mele con l’aggiunta dal sapore deciso delle noci. La classica invece “apple pie” si può gustare in molti rifugi o ristoranti del territorio, ma la migliore dicono sia quella del Rifugio 5 Laghi della signora Natalia. Da gustare d’estate o d’inverno, dopo una giornata di sport è proprio la ciliegina sulla torta. Rivisitati in chiave tradizionale anche dei piatti tipicamente italiani come gli spaghetti. Da provare quelli alla carbonara di trota del Rifugio Lago Nambino. Da non tralasciare poi il gusto deciso della grappa aromatizzata con frutti selvatici e piante d’alta quota, come il mugo e la asperula, oppure di un distillato unico, estratto dalle radici di genziana, prodotto solo in valle capace di rendere leggero il dopocena del più luculliano dei pasti. Da menzionare i formaggi ricavati dal latte delle mucche di Razza Rendena, Presidio Slow Food e protagoniste del tradizionale evento di fine estate, le Giovenche di Razza Rendena – sfilata e dintorni. Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta 156 km di piste per sciare nella skiarea più grande del Trentino Sciare in Trentino, ai piedi delle Dolomiti di Brenta, è un’emozione unica: 156 km di piste a tua disposizione, lungo cui divertirti, carvare, surfare e tracciare la neve. Dalle classiche piste da sci di Madonna di Campiglio, alle divertenti rosse di Pinzolo, fino alle ultime nere realizzate, come la Dolomitica e la Pancugolo, la Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta offre davvero un ampissimo panorama di tracciati, dove potrai trovare pane per i tuoi denti! Le “imperdibili” della Skiarea DoloMitica: la pista più lunga, con maggior dislivello (5750 metri di lunghezza e 1284 metri di dislivello) e più ripida, con pendenza massima superiore al 70%. Schumacher Streif (ultimo muro della pista Spinale Direttissima): la seconda discesa più ripida della skiarea con pendenza massima del 70%. Ursus Snow Park: il park tra i migliori 5 delle Alpi. Pinzolo-Campiglio Express: la telecabina più panoramica che, in soli 16 minuti, collega le piste da sci di Pinzolo a quelle di Madonna di Campiglio, offrendo inoltre una magnifica visuale sulle Dolomiti di Brenta. Canalone Miramonti: la pista della Coppa del Mondo, da scendere in notturna. Dolomiti Express: un “treno per le Dolomiti” con il quale raggiungere gli impianti della Val di Sole e quindi di Madonna di Campiglio e Pinzolo. Pista nera Amazzonia: la grande classica per “scaldare i motori”. Tulot Audi Quattro: la pista nera, perla del Doss del Sabion, che ti fa trattenere il respiro. Sci di fondo Lo sci di fondo è l’alternativa adatta per chi vuol coniugare un esercizio atletico più intenso con la velocità moderata che permette di gustare il paesaggio dei boschi del Parco Naturale Adamello Brenta. Il territorio di Madonna di Campiglio, Pinzolo e della Val Rendena offre una duplice opportunità per gli amanti dello sci nordico: 22 km di pista da fondo a Campo Carlo Magno 5 km di pista da fondo a Carisolo

Il Comprensorio in numeri

IMPIANTI DI RISALITA

kms DI PISTE per lo sci alpino

kms di piste per lo sci di fondo

CARTINA SCIISTICA

Gruppo First Travel